CANTO DI TERRA

23CANTO DI TERRA (1998-1999)
arie, lunarie e storie di Sicilia con Kaballà

voce recitante Alessandra Felletti
ideazione e regia Giangilberto Monti

maggio 1998 – Porte Aperte di Milano
dicembre 1999 – Teatro Filodrammatici di Milano

Con questo spettacolo Giuseppe Rinaldi propone non un semplice concerto o un recital ma una forma di comunicazione mista, tra musica, letteratura e teatro. Il sottotitolo anticipa l’atmosfera dello spettacolo che vede alternarsi le migliori canzoni di Kaballà, riarrangiate in forma acustica, a brani di Tomasi Di Lampedusa, Quasimodo e Vincenzo Consolo, oltre a frammenti tratti dalle opere di Pirandello e Sciascia e ad una breve ma intensa citazione della famosa lirica di Pasolini “Io so i nomi”. Uno spettacolo che recupera la più antica tradizione siciliana: il significato del locale gusto per la narrazione, la musicalità di un linguaggio che alterna il dialetto alla lingua italiana e una suggestiva contaminazione di stili musicali, restituendo valori e intelligenze che riscattano l’immagine cupa e violenta che di questa terra ci offre la cronaca quotidiana.

canzoni originali e voce solista Giuseppe Rinaldi (Kaballà)
chitarra classica Pierluigi Ferrari
violoncello Massimo Stingo
chitarre acustiche Massimo Germini