Carissima Lucrezia

24CARISSIMA LUCREZIA (1998)
sceneggiato radiofonico
con Alessandra Felletti

testo di Giangilberto Monti
regia di Claudio Laiso

Dopo la versione teatrale del 1993, Monti adatta per il mezzo radiofonico la vita di Lucrezia Malpigli con un cast di undici attori, tra cui Alessandra Felletti nella parte di Lucrezia e Fabio Mazzari nelle vesti del Podestà di Lucca. E’ la ricostruzione accurata dei fatti che portano all’incriminazione di Lucrezia Malpigli come mandante dell’assassinio del marito e all’istruzione di un processo che fece scandalo all’epoca, per le nobili famiglie coinvolte. Rifugiatasi in convento con l’aiuto del fratello Giovanlorenzo – e così scampata alla giustizia della repubblica lucchese – Lucrezia viene accusata anni dopo di un altro delitto passionale avvenuto tra le mura del convento, dopo che una sua consorella denuncia la relazione con uno spasimante di Lucrezia, un giovane pittore che era solito molestare le monache; un fatto assai frequente in quel periodo, data la scarsa sorveglianza e la corruzione dilagante. La giustizia papale la condanna al carcere a vita nella sua stessa cella. Ma in entrambi i casi, nonostante le indagini e le torture, nè il Cancelliere Petrucci per l’omicidio del marito Lelio Buonvisi, nè il Vescovo di Lucca per quello della consorella, Suor Calidonia Burlamacchi, riuscirono a dimostrare le presunte colpe di Lucrezia.